Quotidiani locali

i sindaci dopo le polemiche sul punto nascite 

«Forti investimenti in arrivo È un’occasione straordinaria»

CASTELNOVO MONTI. Un intervento per cercare di riportare l’attenzione sui contenuti del progetto anziché sulle polemiche che hanno fatto da contorno alla serata: è quello dei sindaci dei Comuni dell’...

CASTELNOVO MONTI. Un intervento per cercare di riportare l’attenzione sui contenuti del progetto anziché sulle polemiche che hanno fatto da contorno alla serata: è quello dei sindaci dei Comuni dell’Unione Appennino in relazione al progetto delle aree interne. I sindaci di Castelnovo Monti, Ventasso, Villa Minozzo, Vetto, Casina, Carpineti e Toano hanno sottoscritto una nota comune in cui spiegano: «E' stato giusto che chi voleva far sentire la propria voce ne abbia avuto l'opportunità, anche se qualcuno è scaduto nelle offese, ma non si confonda la straordinaria occasione offerta dalla strategia per le Aree interne con la questione del punto nascite. L'incontro di venerdì sera per il nostro territorio può essere epocale, perché potrà sostenere la creazione di nuove imprese, posti di lavoro, opportunità di vita in montagna, servizi capillari ed efficienti. Cogliamo con favore e fiducia le parole spese venerdì sera dal presidente della provincia Giammaria Manghi, dall'onorevole Enrico Borghi, del presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini. In particolare da parte del presidente Manghi l'attenzione e l'impegno della provincia sulle infrastrutture, con il secondo stralcio della variante del Ponte Rosso, che nei primi 6 mesi del 2018 sarà terminato, il lavoro che sta andando avanti per un accordo con Anas sulla statale 63 e lavori tra Vezzano e il Bocco, i prossimi lavori sul ponte di Rio Sologno per 800 mila euro grazie a una compartecipazione al 50% tra Regione e Provincia. Da parte del presidente Bonaccini sono arrivati impegni importanti agli investimenti sull'agricoltura e la filiera del Parmigiano Reggiano prodotto in montagna, un settore che, come ha rimarcato lui stesso, sta segnando una rinnovata attrattività verso i giovani. E per quanto riguarda la sanità e i servizi, sia Manghi che Bonaccini hanno ribadito l'importanza degli investimenti previsti sull'ospedale Sant'Anna, 4 milioni che potranno essere impiegati in tempi rapidi grazie alla scelta di stralciare i capitoli riguardanti il Sant'Anna dal nuovo Pal, con l'obiettivo di avere un canale preferenziale. C'è chi ha sostenuto che questa iniziativa fosse una sorta di “compensazione” a seguito della mancata deroga per il Punto nascite
di Castelnovo. Ribadiamo che tra i due aspetti non c'è una relazione diretta: quella sulle Aree interne è un'azione che va avanti da più di due anni, e la serata di venerdì era stata fissata con ampio anticipo anche rispetto all'annuncio della deroga per gli ospedali dell'Appennino».

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista