Quotidiani locali

lunedÌ i funerali 

Muore a 80 anni Giuliano Caleffi ex barista del “501” di Gualtieri

GUASTALLA. Dopo una lunga malattia si è spento Giuliano Caleffi, 80 anni, ex barista del “501” di Gualtieri ex ristoratore molto conosciuto che ha lavorato nei locali di mezza provincia. I funerali,...

GUASTALLA. Dopo una lunga malattia si è spento Giuliano Caleffi, 80 anni, ex barista del “501” di Gualtieri ex ristoratore molto conosciuto che ha lavorato nei locali di mezza provincia. I funerali, affidati alle onoranze funebri Bernardelli di Luzzara, si svolgeranno lunedì 23 alle 9.30, partendo dall’abitazione in via Oldella 2 a San Rocco per la chiesa parrocchiale. Dopo il rito funebre l’ultimo viaggio verso il cimitero di Mantova per la cremazione. La famiglia ha chiesto di non inviare fiori ma di devolvere eventuali offerte all’Hospice di Guastalla.

Giuliano Caleffi aveva iniziato come tappezziere ma ben presto ha compreso quale sarebbe stato il suo vero lavoro. Così, all’epoca della discoteca “501” ha lavorato come barista per poi gestire il bar cooperativa di Santa Vittoria. E dopo un breve periodo in un altro bar, la sua vita ha avuto un’ulteriore svolta con l’incontro della sua nuova compagna Marta con la quale ha condiviso 25 anni di lavoro nella ristorazione: prima a Ciano d’Enza, poi a Luzzara nella gestione de “L’Incontro” nella zona industriale quindi a San Giovanni, frazione di Novellara ed infine al bar “Girasole” di Bagnolo in Piano.

«In tanti anni di convivenza – ha detto la compagna in lacrime Marta – non abbiamo mai avuto una discussione, uno screzio. Nel 2009 Giuliano, a causa di una grave malattia, ha subìto l’amputazione di una gamba ma non ha mai perso verve e simpatia nonostante le sofferenze. Era ben voluto, apprezzato e stimato da tutti. Mi mancherà tantissimo".

Giuliano Caleffi era un appassionato di pesca sportiva. Nel necrologio, la famiglia, ha voluto pubblicare una fotografia che lo ritrae intento a pescare. Era anche un grande tifoso dell’Inter, fin da quando si chiamava
Ambrosiana. Giuliano lascia nel dolore la compagna Marta Donelli, i figli, Barbara con Jussef, la suocera Lia, i cognati Rita e Gianfranco, i nipoti e parenti. Un ringraziamento particolare è stato rivolto dai familiari al medico Massimo Comunale per le cure prestate. (m.p.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista