Quotidiani locali

Sant'Ilario: violenta rapina in villa, in carcere un 33enne

Condannato per l'assalto all'abitazione di un imprenditore di Parma nell'estate 2015: deve scontare quattro anni e sei mesi

SANT’ILARIO. E’ stato arrestato e condotto in carcere per scontare la pena uno degli autori della violenta rapina commessa la notte del 15 luglio a casa di un imprenditore di Martorano di Parma, Aldo Pietro Ferrari.

Il 33enne Constantin Ciprian Cruceru, moldavo con passaporto rumeno, deve scontare 3 anni e 2 mesi per la rapina (pena patteggiata) e un altro anno e 4 mesi per il reato di uso di atto falso (utilizzava l’alias di Ion Timotin).

Complessivamente quindi 4 anni e 6 mesi di reclusione a cui vanno detratti i periodi di detenzione cautelare in regime di arresti domiciliari.

La violenta rapina di Martorano era stata commessa dal moldavo e da un connazionale. Per quella vicenda è finito nei guai anche il maggiordomo infedele,

un uomo di Ramiseto, condannato a 2 anni e 8 mesi.  

I rapinatori avevano legato e picchiato l'anziano padrone di casa. Poi avevano rubato tutto: gioielli e soldi. Infine, dopo mesi di indagini, erano stati individuati dalla sezione Antirapine della Squadra Mobile di Parma.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista