Quotidiani locali

Castelnovo sotto 

Arrestati per lo shopping con un bancomat rubato

CASTELNOVO SOTTO. In pochi giorni hanno speso circa 1.800 euro prelevando denaro contante e acquistando articoli di elettronica. Peccato che abbiano usato una carta di credito rubata da una borsetta...

CASTELNOVO SOTTO. In pochi giorni hanno speso circa 1.800 euro prelevando denaro contante e acquistando articoli di elettronica. Peccato che abbiano usato una carta di credito rubata da una borsetta rubata. I due però sono stati incastrati grazie alle indagini dei carabinieri della compagnia di Cremona e Guastalla che sono risaliti a Patrick Bull, 36 anni, e Manolo Hudorovich (37), entrambi residenti a Castelnovo di Sotto. I due sono stati arrestati e portati nel carcere di Reggio Emilia, a disposizione del tribunale di Parma con l'accusa di concorso in ricettazione di carte di credito e indebito utilizzo delle stesse.

Le indagini sono state avviate dai carabinieri della Stazione di Robecco d’Oglio nel gennaio scorso dopo la denuncia di una donna residente a Corte dè Frati per il furto di una borsetta dall’interno della propria auto nei parcheggi del centro commerciale Cremona Due di Gadesco Pieve Delmona.

Secondo quanto riportato dalla donna, subito dopo il furto la carta di credito contenuta nella borsa era stata utilizzata in uno sportello Atm per due prelievi con importo complessivo di 500 euro. La stessa carta è stata poi utilizzata per acquistare 1.290 euro di merce in un negozio di materiale elettronico di Reggio Emilia.

I carabinieri hanno individuato la “location” in cui sono stati fatti i prelievi: lo sportello Atm all’interno del centro Commerciale Fidenza Outlet Village. Qui sono state acquisite le immagini della videosorveglianza, da cui è stato possibile vedere il volto dei malviventi e la targa della loro auto.

Il pm della procura della Repubblica di Parma, Giuseppe Amara, ha
quindi chiesto al gip del tribunale parmense, Alessandro Conti, l’emissione di misura cautelare in carcere. Patrick Bull e Manolo Hudorovich sono stati così arrestati dai carabinieri di Robecco d’Oglio insieme ai colleghi della stazione di Castelnovo Sotto e portati nel carcere di Reggio.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista