Quotidiani locali

Proteste in via Valli «Strisce fantasma rifiuti e niente luci»

Bagnolo, i residenti lamentano la pericolosità vicino all’Ecu «I pedoni rischiano la vita solo per andare a fare la spesa»

BAGNOLO IN PIANO. Rifiuti abbandonati per inciviltà, segnaletica verticale e orizzontale assente in presenza di un passaggio pedonale, mancanza di illuminazione pubblica. Questa la situazione segnalata da alcuni cittadini di via Valli a Bagnolo, in zona Ecu. Problemi che sono già noti all’amministrazione comunale e ad Iren e per i quali spesso, dicono i cittadini, «c’è un rimpallo di responsabilità su chi deve intervenire». È successo, alcuni giorni fa, che una signora si è recata in Comune per segnalare una situazione di degrado dovuta alla presenza di rifiuti di ogni genere.

Via Valli è una strada molto trafficata che porta da un lato a Massenzatico e dall’altro a Correggio. Di notte ignoti abbandonano in strada rifiuti di ogni tipo: borsine, arredi ingombranti, cartoni. Una discarica a cielo aperto. A forza di insistere Iren, un paio di giorni fa, è intervenuta e ha ripulito tutto ma il problema dell’inciviltà sussiste. E più gli addetti alla raccolta rifiuti portano via, più gli incivili continuano a buttare rifiuti.

Ai cittadini che sono andati a protestare, l’amministrazione comunale pare abbia risposto che ci sarebbe l’intenzione di installare una telecamera di videosorveglianza. Ciò permetterebbe di mettere un freno al rifiuto “selvaggio” perché in questo caso la polizia municipale riuscirebbe ad identificare i trasgressori e a sanzionarli.

Ma non è finita qui. Alcuni abitanti sostengono che via Valli è priva di un passaggio pedonale: le strisce non esistono. Se qualcuno fosse essere investito, non avrebbe nessuna difesa legale. Eppure via Valli si trova vicino all’Ecu e al Consorzio agrario, un’area trafficata dotata di ingresso formato da un unico cancello sia in entrata che in uscita. Per i pedoni risulta estremamente pericoloso il solo andare a fare la spesa: attraversare la strada diventa una sorta di roulette russa. Come se non bastasse, tempo fa, quando le strisce pedonali erano visibili, c’era un lampione che illuminava il passaggio pedonale. Purtroppo è successo che un camion di una ditta straniera, nel fare manovra, ha spezzato il palo della luce. Alcune settimane dopo, sul posto, erano arrivati tecnici della Provincia. Molti residenti si erano illusi che quei mezzi e quelle persone attorno al palo fossero lì per sostituirlo. Invece, la sorpresa: il palo è stato tolto e non è stato più rimesso un altro lampione ad illuminare il passaggio pedonale, dando un minimo di sicurezza e visibilità a chi doveva attraversare la strada.

«Come cittadini – ha detto una signora – cerchiamo di svolgere il nostro dovere civico per segnalare eventuali criticità. Abbiamo però l’impressione di essere inascoltati. O meglio, veniamo interpellati solo quando ci sono le elezioni. Poi quando abbiamo bisogno noi
inventano mille scuse: “noi non c'entriamo”, “deve parlare con Tizio, Caio e Sempronio”. E i problemi restano. Ci auguriamo che in via Valli non accada nulla. Già nel 2012 una persona anziana era stata coinvolta in un incidente rischiando la vita». (m.p.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista