Quotidiani locali

Scuole reggiane nel mirino di islamisti

Da giorni aggrediti i siti di alcuni istituti, fra cui quelli dei licei Ariosto-Spallanzani e Chierici. Si sospetta un hacker turco

REGGIO EMILIA. Diversi siti Internet di istituti scolastici reggiane – fra cui, a quanto “filtra”, il Liceo classico-scientifico Ariosto-Spallanzani e il Liceo artistico Chierici – sono da alcuni giorni al centro di un vero e proprio attacco hacker riferibile ad una presunta organizzazione islamista che si firma “Tunisian Fallaga Team” e ha già colpito sia in Italia che in Francia.

I tecnici che si occupano dei siti scolastici avevano negli ultimi giorni notato delle anomalie – come strani messaggi in risposta ad una normale richiesta di informazione da parte degli utenti – poi ieri è apparsa nitidamente una schermata a sfondo nero coperta di scritte in lingua inglese. Il messaggio è complessivamente contro l’Occidente, indicando l’Islam «come la religione della pace e non del terrorismo come dite voi». L’accusa di chi ha “rubato” password interne degli istituti scolastici presi di mira per poi agire nella home page – si sospetta si tratti di un hacker turco – si sostanzia in un lungo elenco di crimini umanitari “rinfacciati” all’Occidente: gli eccidi di Stalin, i tanti caduti nella prima e seconda guerra mondiale, la bomba di Hiroshima, le stragi in Iraq e Afghanistan di cui si incolpa l’allora presidente americano Bush, le deportazioni dall’Africa di schiavi, i nativi d’America del Nord e dell’Australia spazzati via senza pietà. Passate indagini sull’inquietante fenomeno di hackeraggio (fu aggredito per esempio il sito della biblioteca-archivio della comunità ebraica di Venezia, in Francia vennero attaccati ben 20mila siti) sono arrivate alla conclusione che il “Fallaga” sia una creazione del cyber califfato. Il termine “Fallaga” sta per “partigiano”, termine usato dalla resistenza anticoloniale francese in Algeria.

Vero o falsa la
pista islamista? Vedremo. Sta di fatto che a Reggio la cosa viene presa molto seriamente e gli istituti scolastici attaccati oltre alla segnalazione presenteranno denuncia. Sulla vicenda indaga la Digos e se verrà provata la matrice terroristica, la competenza passerà alla Dda di Bologna.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik