Quotidiani locali

Busana commemora il fotografo-orologiaio Amanzio Fiorini

Oggi l'apertura di un percorso ideato dall'associazione nata per rilanciare il grande archivio dell'artista

VENTASSO. Per certi versi la sua storia ricorda quella di Vivian Maier, anche se quello di fotografo (e orologiaio) è stato il suo mestiere, al contrario della misconosciuta (in vita) artista americana, oggi celebre. Si tratta di Amanzio Fiorini, che diventa protagonista, grazie all’Associazione che ne porta il nome e che è stata rilanciata lo scorso anno, di un nuovo percorso escursionistico che viene inaugurato oggi tra i borghi di Busana, Nismozza, Casa Manari e la valle del Rondino. Un percorso studiato dall’associazione per far scoprire una parte di territorio splendida ma poco fruita turisticamente, e anche per far parlare un grandissimo archivio fotografico che Fiorini ha lasciato in eredità.

Forse è azzardato affiancare Fiorini e la Maier, ma c’è un filo che li accomuna: una attenzione particolare alle persone e al proprio territorio, che nello specifico, per Fiorini, è l’Appennino, e appunto un grande patrimonio di immagini lasciato in eredità ai posteri.

Amanzio Fiorini nasce a Nismozza il 12 marzo 1884 da una famiglia umile. Giovanissimo, di stabilisce a Genova, dove apprende il mestiere di orologiaio. Nel 1908, dopo essersi sposato, è costretto ad emigrare a Chicago (proprio la città della Maier) dove, poco più che ventenne, trova lavoro in una fabbrica di orologi e, nelle ore libere, legge qualche libro di fisica e inizia a fotografare con una modesta Kodak. Allo scoppio della prima guerra mondiale rientra in Italia, dove va a dirigere, a Romagnano Sesia, un reparto di meccanica di precisione in una fabbrica di proiettili. Alla fine del conflitto torna a Nismozza dove, con il denaro guadagnato in America, costruisce una casa. Lì, sul retro dell’abitazione, apre un atelier di fotografo con l’attiguo laboratorio da orologiaio.

Autodidatta, Amanzio Fiorini impara il mestiere di fotografo leggendo qualche manualetto e il “Corriere Fotografico”, al quale è abbonato. Presto trova un proprio stile, e la fotografia diviene la sua principale occupazione. Esegue migliaia di ritratti di montanari su un improbabile sfondo con un paesaggio marino, con tanto di spiaggia e palme, restaurato molti anni dopo dalla Galleria d’Arte Moderna di Bologna. Amanzio fotografa anche paesaggi, momenti di lavoro, cerimonie, gruppi, eventi, immortalando così la vita dell’Appennino in un patrimonio fotografico composto da migliaia di negativi su vetro.

Muore a Nismozza nel 1961 lasciando un archivio fotografico di migliaia di lastre in gelatina bromuro d’argento. Molti anni dopo la sua morte, avvenuta fra la sua gente, alcune sue foto compaiono su Time Life, in varie pubblicazioni internazionali e in una prestigiosa mostra al centro Pompidou a Parigi.

Il percorso allestito dall’associazione che porta il suo nome è stato arricchito con pannelli in cui sono stampate alcune sue foto, ma anche alcune immagini opera del fotografo reggiano Fabrizio Cicconi, che ha utilizzato lo storico sfondo originale di Fiorini per fotografare famiglie residenti tutt'ora nei paesi del percorso: quasi un omaggio alla loro "resilienza", e coinvolgendo altri fotografi e artisti contemporanei: Erica Spadaccini, Alessandro Toni, Fabrizio Ugoletti “Fabretti”, Lara Bianchi, Silvano Cattozzi, Maurizio Braga e altri.

L’iniziativa è proposta da Rosi Manari, nipote di Amanzio Fiorini e referente dell’associazione, in collaborazione con il Comune di Ventasso. Il ritrovo è fissato per le 15 a Busana per l’escursione inaugurale del Sentiero dell’arte, della fotografia e del racconto, lungo un facile percorso ad anello Busana-Casa Manari- Nismozza-Busana, che diverrà un tracciato

permanente. Sarà accompagnata da due guide ambientali escursionistiche e terminerà con un’apericena agreste all’interno del Parco Canevari di Busana. Costo dell’escursione e della cena: 15 euro. Per informazioni: Rosi Manari 339 6648778.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro