Quotidiani locali

Arena, ora la gara prende quota 

Pubblicato ieri il bando europeo. La società capitanata da Coopservice avrà un diritto di prelazione

REGGIO EMILIA. La società di progetto capitanata da Coopservice avrà un diritto di prelazione. E il canone annuo a base di gara da corrispondere alla società Aeroporto è quantificato in 120 mila euro. È quanto contenuto nel disciplinare di gara del bando europeo per l’Arena Grandi Eventi al Campovolo.

Il bando, con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, è stato pubblicato ieri. Due i lotti messi a gara, non separabili, per un totale di 5,8 milioni, più centomila euro di presunti oneri. Nel primo lotto sono inclusi i costi per la realizzazione dell’Arena: una struttura modulabile in grado di ospitare eventi fino a centomila spettatori, attraverso una collina artificiale (costo 1,5 milioni) che convergerà in pendenza verso il palco (costo 480 mila euro). Oltre alla struttura, nel primo lotto sono inseriti anche altri miglioramenti interni previsti nell’area non operativa.

Nel secondo lotto, per un costo di 904mila euro, sono incluse le altre opere di urbanizzazione. Il termine per presentare domanda è stabilito nel 20 giugno. E, secondo quanto scritto nel disciplinare, l’operatore che si aggiudicherà il bando avrà anche il diritto di utilizzare e gestire l’opera. Entra così nel vivo il progetto di realizzazione della più grande struttura d’Europa concepita per eventi all’aperto: un project financing che vede come capofila Coopservice (che avrà diritto di prelazione in caso di aggiudicazione da parte di un soggetto differente), per il quale la società Aeroporto ha ottenuto un finanziamento di 1,7 milioni assegnato dalla Regione nell’ambito dell’asse 5 del Por-Fesr 2014-2020, Programma operativo regionale-Fondo europeo di sviluppo regionale.

Nel disciplinare di gara, sono contenute anche tutte le procedure per l’erogazione del contributo pubblico, entrando nel dettaglio del progetto che vedrà la luce all’interno dell’area dove tradizionalmente si svolge FestaReggio, interessando complessivamente una superficie di 254mila metri quadrati. «L’anima del progetto – si legge nel documento – è rappresentata dall’Arena verde e dal sistema di percorsi, attrezzature e spazi collaterali, che insieme generano la spina dorsale del parco e lo rendono flessibile ad un uso intensivo e specifico in alcuni periodi dell’anno quale scenario per ospitare grandi eventi».

Nel progetto viene contemplato anche il parco urbano da 25 ettari che «sarà restituito alla città».

La concessione, che ridefinisce anche l’intera gestione dell’area non operativa, avrà una durata di 18 anni a decorrere dalla stipula della convenzione, ovvero il contratto che lega le parti andato in porto nei giorni scorsi tra la stessa Coopservice e la società Aeroporto. (e.spa.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare