Quotidiani locali

linea reggio-guastalla 

«Ancora treni in ritardo, avvisate Le Iene» 

Iniziativa di una viaggiatrice di Bagnolo. Il comitato di Novellara: «Proviamole tutte»

BAGNOLO. «Visto l’ennesimo ritardo sul treno delle 7.40 proveniente da Guastalla e diretto a Reggio Emilia, ho provveduto a fare una segnalazione a “Le Iene”, sperando in un loro intervento perché la situazione sta degenerando....Vi chiedo gentilmente di provvedere anche voi a fare queste segnalazioni alle Iene». L’annuncio, sulla pagina Facebook “Gruppo ritardo treno Reggio-Guastalla”, è di una utente di Bagnolo, che ha sottolineato come anche ieri la contestata linea ferroviaria abbia registrato un ritardo. «Io ho segnalato da tempo a Striscia la notizia», ha dichiarato un’altra pendolare.
Di quella tratta la cronaca si è occupata svariate volte. L’ultima in ordine di tempo, il 7 aprile scorso quando, dopo le ennesime lamentele degli utenti, Tper aveva confermato che nel mese di marzo erano state undici le corse soppresse (quando il ritardo è superiore alla mezz’ora, il convoglio viene soppresso). Considerando che la domenica la tratta è coperta dal bus, la media è di un treno ogni tre “scomparso”. La portavoce del comitato novellarese, Anna Rita Zini, aveva dichiarato che ogni volta il disservizio provoca una ridda di telefonate tra i genitori, costretti a fare da taxi ai figli per portarli a scuola, mettendosi d’accordo su chi può assentarsi dal lavoro. Il comitato un anno fa aveva incontrato le autorità a Reggio e a Bologna, dall’assessore regionale ai trasporti, Raffaele Donini.
Il disservizio di ieri mattina forse è stato meno avvertito, anche perché le scuole ricominciano oggi dopo la pausa pasquale, perciò ad attendere sulla banchina delle stazioncine c’erano solo i lavoratori. Ciò non toglie il clima di esasperazione che si avverte tra gli utenti. «Non è cambiato nulla e ormai tanto vale provarle tutte – commenta Anna Rita Zini –. Se queste trasmissioni possono servire a smuovere qualcosa, ben venga. Mi permetto solo di osservare che spesso gli utenti si limitano a segnalare su Facebook: invece
è indispensabile che tutti segnalino ogni volta a Tper, perché altrimenti l’azienda ha buon gioco nel dire che va tutto bene. Il consiglio è: prima le segnalazioni ufficiali a Tper, in seconda istanza alle tv. A mio avviso il percorso corretto è questo. Continueremo a lottare». (am.p.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista