Quotidiani locali

L’addio a Federica Ravì, morta col bimbo che portava in grembo  

Folla e commozione ai funerali della 25enne morta nel tragico incidente stradale. Nel frattempo il fidanzato Luigi Lerose ha aperto gli occhi in ospedale

CADELBOSCO SOPRA . Si sono svolti alle 15 nella chiesa di San Giuseppe al Migliolungo, in via Fratelli Rosselli a Reggio, i funerali di Federica Ravì Monica, la ragazza di 25 anni morta venerdì sera in un incidente sulla provinciale 63 a Cadelbosco Sotto.

Lacrime e dolore ai funerali di Federica Ravì, morta incinta a 25 anni REGGIO EMILIA.  Dolore e commozione nella chiesa di San Giuseppe a Reggio, dove è stato celebrato il funerale di Federica Ravì, la ragazza di 25 anni morta venerdì sera in un incidente stradale a Cadelbosco Sopra insieme al bimbo si sette mesi che portava in grembo.

Lunedì il pm Stefania Pigozzi ha concesso il nulla osta senza disporre l’autopsia. La ragazza, incinta al settimo mese, era andata a convivere con il fidanzato Luigi Lerose a Villa Seta di Cadelbosco, lasciando la casa del padre Nino e la mamma Laura Odoguardi, che abitano in via Fratelli Rosselli a Reggio, dove in questi giorni in tanti si sono recati per testimoniare il proprio cordoglio. La ragazza lascia anche i fratelli Matteo e Melania.

Il conducente dell’auto, Luigi Lerose, si trova ricoverato in rianimazione al Maggiore di Parma, in prognosi riservata. Ieri si è registrato un lieve miglioramento in quanto ha riaperto gli occhi.

Venerdì la coppia aveva lasciato da poco la casa di Villa Seta, frazione di Cadelbosco. Il 23enne stava accompagnando la fidanzata alla pizzeria Mela di San Bartolomeo. La giovane dava una mano alla cassa nel locale gestito dal padre, dove i clienti la ricordano come persona sempre sorridente e gentile.

Secondo i primi accertamenti della polizia stradale di Guastalla, non ci sono testimoni dello schianto. La vettura stava procedendo verso Reggio quando ha sbandato, per cause che non sono note, ed è finita nel fosso dalla parte sinistra.

Tragedia a Cadelbosco: muore ragazza di 25 anni, grave il conducente 23enne CADELBOSCO SOPRA. Le immagini dei soccorsi dopo il tragico incidente avvenuto alle 19.30 in via Leonardo da Vinci, il nome che assume la statale 63 nel tratto fra Santa Vittoria e Cadelbosco Sopra. La Fiat Punto su cui viaggiavano due giovani, dopo un'improvvisa sbandata, è andata a sbattere contro un albero e ha preso fuoco. Una ragazza di 25 anni, residente a Reggio Emilia, è morta sul colpo. Gravissimo il 23enne che era al volante dell'auto, trasportato con l'elisoccorso all'ospedale Maggiore di Parma e ricoverato in Rianimazione. LEGGI L'ARTICOLO

La Punto ha poi colpito un albero ed è tornata sulla carreggiata. I primi a soccorrere i due ragazzi sono stati degli automobilisti.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista