Quotidiani locali

Controllo di vicinato, firmano sei Comuni 

Ieri l’ufficialità per Casalgrande, Castellarano, Rubiera, Scandiano, Quattro Castella e Correggio

SCANDIANO . È ufficiale: ieri mattina nella sede della Prefettura in corso Garibaldi è stato firmato un protocollo sul cosiddetto “controllo di vicinato”, un accordo per formalizzare e uniformare l’attività di presidio del territorio da parte di abitanti e associazioni.
Il protocollo è stato sottoscritto dai sindaci di quattro Comuni del distretto ceramico (Casalgrande, Castellarano, Rubiera e Scandiano), oltre che da quelli di Quattro Castella e Correggio. Tutte realtà in cui negli ultimi anni i furti in abitazione e le effrazioni negli esercizi commerciali sono aumentati notevolmente, con le sgradevoli conseguenze del caso, dalla tensione all’insicurezza. Mentre i sindaci ceramici sono stati tra i primi promotori della petizione online per la modifica legislativa in nome di una maggiore severità sui furti in abitazione, a Correggio è attivo da tempo il gruppo “Correggio Sicura”, diversi residenti che comunicano tramite WhatsApp o via Facebook scambiandosi informazioni e vigilando su interi quartieri per “difendere” le loro zone. Il protocollo prefettizio – redatto sulla base di una bozza ministeriale e firmato in primis dal Comune di Reggio – è pensato proprio per dare una regolamentazione e indicazioni certe per i cittadini volontari.
«Uno strumento di sinergica collaborazione che valorizza il vicinato solidale e la partecipazione attiva della cittadinanza al fianco degli interventi di competenza delle forze dell’ordine», lo definisce la prefettura. Firmato l’accordo, adesso è il momento di pensare all’organizzazione pratica. A Rubiera sono già stati coinvolti i volontari dell’associazione nazionale carabinieri; passato il periodo pasquale, verrà organizzata un’assemblea pubblica per spiegare i dettagli dell’iniziativa e “mappare il territorio”.
«La sicurezza è un diritto fondamentale per i cittadini e le istituzioni devono garantirlo. Questo strumento consente una migliore collaborazione tra cittadini e istituzioni, senza eccessi o iniziative controproducenti. Nei prossimi giorni daremo informazioni più precise su come si può
attuare», commenta il sindaco scandianese Alessio Mammi, che come i colleghi (Alberto Vaccari di Casalgrande, Emanuele Cavallaro di Rubiera e Giorgio Zanni di Castellarano) ha poi riportato sui social network i dettagli della firma alla presenza del prefetto Raffaele Ruberto. (adr.ar.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista