Quotidiani locali

Nuovo ecografo, parti più sicuri al Magati 

Scandiano: un modernissimo strumento portatile donato all’ospedale dalla onlus Asm

SCANDIANO. Un nuovo modernissimo ecografo portatile è a disposizione dell’Ostetricia e della Ginecologia dell’ospedale Magati di Scandiano. Si tratta di uno strumento donato da Asm (Associazione italiana studio malformazioni onlus) per consentire nascite più sicure, abbassare il numero dei tagli cesarei necessari e migliorare la salute della mamma e del neonato durante il travaglio.
Lo strumento è stato presentato nei giorni scorsi dai vertici di Asm al personale sanitario scandianese, in un momento pubblico al quale hanno preso parte anche il presidente del comitato scientifico di Asm, Domenico Arduini; Antonio Di Mare, direttore del presidio ospedaliero Ausl di Reggio Emilia; Cristina Incerti Medici, dirigente dell’ospedale scandianese: Lillo Bruno Cerami, direttore di Ostetricia e Ginecologia all’ospedale Magati di Scandiano; Ezio Bergamini, segretario regionale dell’Aogoi (Associazione ostetrici ginecologi ospedalieri italiani) regionale.
I nuovi ecografi portatili permetteranno ai medici e agli infermieri di poter fare valutazioni in tempo reale durante il travaglio, così da poter fare le scelte più indicate per garantire la salute della mamma e del bambino senza correre rischi. In questo modo – ed è un punto sottolineato con forza dall’associazione – sarà possibile anche abbattere il numero di parti con taglio cesarei, considerati in eccesso.
Grazie alle ecografie sul posto, i sanitari potranno capire con maggior semplicità quando il cesareo sia davvero necessario e quando sia invece possibile proseguire con la soluzione naturale.
Lo strumento arrivato all’ospedale Magati di Scandiano fa parte di una donazione nazionale da oltre centomila euro da parte di Asm, che in totale ha fornito sette ecografi portatili a sette reparti di ostetricia e neonatologia di sette ospedali italiani.
Le richieste di aiuti sono sempre molte e, man mano, Asm cerca di venire incontro alle varie esigenze, oltre a proseguire nelle proprie attività di ricerca e di informazioni diretta dei pazienti, portate avanti grazie a linee gratuite.
A questo proposito, ha affermato il presidente Domenico Arduini presentando la donazione, «per anni
Asm ha potuto aiutare molti ospedali. Oggi le difficoltà ci sono per tutti e chiediamo noi un aiuto: parlate della nostra associazione, del nostro lavoro; fateci conoscere il più possibile. Così sarà più semplice continuare nella nostra attività», ha concluso Domenico Arduini. (adr.ar.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista