Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Rubano un’auto, ladri inseguiti e braccati nel Veronese

BIBBIANO. Gli hanno rubato la macchina dal cortile di casa, ma nel giro di due giorni gli è stata restituita dai carabinieri: era nel Veronese, dove forse i ladri intendevano usarla per compiere...

BIBBIANO. Gli hanno rubato la macchina dal cortile di casa, ma nel giro di due giorni gli è stata restituita dai carabinieri: era nel Veronese, dove forse i ladri intendevano usarla per compiere altre scorribande. Il furto è stato messo a segno nella notte in via Rolando da Corniano, a Bibbiano, dove Francesco Albarelli, operaio 25enne, abita con i genitori e il fratello in un’abitazione dall’ampio cortile. «Quella sera io ho ingenuamente lasciato le chiavi sul cruscotto, perché pensavo di u ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BIBBIANO. Gli hanno rubato la macchina dal cortile di casa, ma nel giro di due giorni gli è stata restituita dai carabinieri: era nel Veronese, dove forse i ladri intendevano usarla per compiere altre scorribande. Il furto è stato messo a segno nella notte in via Rolando da Corniano, a Bibbiano, dove Francesco Albarelli, operaio 25enne, abita con i genitori e il fratello in un’abitazione dall’ampio cortile. «Quella sera io ho ingenuamente lasciato le chiavi sul cruscotto, perché pensavo di usare la mia auto (una Alfa Mito rossa del 2010) per uscire la sera; invece sono rimasto a casa. L’area cortiliva è attorniata da una recinzione e dalla siepe; lungi da me pensare che potessero trovare il modo per uscire».
Invece gli ignoti, dopo aver notato le chiavi inserite, hanno avuto il tempo di forzare il garage a fianco dell’abitazione; lì hanno spaccato il finestrino della seconda macchina, una Bmw, rinvenendo il telecomando elettronico che apre il cancello. «Mi domando come abbiamo fatto a non far rumore, perché la Bmw è dotata di antifurto, ma non è scattato; noi eravamo a letto e non abbiamo udito nulla», ha proseguito Francesco. Il proprietario ha sporto subito denuncia alla locale caserma. «Un atto doveroso, anche perché altrimenti l’assicurazione non avrebbe coperto i danni alla Bmw. Ma non nutrivo molte speranze, la mia Alfa la davo per persa».
Invece due giorni dopo il 25enne è stato contattato dai carabinieri di Caprino Veronese, che gli hanno annunciato il rinvenimento dell’auto. «Una pattuglia che controllava il casello di Affi ha visto uscire all’una di notte l’Alfa, risultata rubata: hanno dato l’alt ai due sconosciuti a bordo, che hanno accelerato, inseguendoli e braccandoli a tutta velocità, finché i malviventi hanno abbandonato la macchina scappando a piedi per i campi. Tra l’altro, a bordo dell’auto ho rinvenuto un telepass non mio – ha concluso Francesco –. Grazie infinite ai carabinieri». (am.p.)