Quotidiani locali

È il terzo incidente mortale in dieci mesi

RUBIERA. La strada che da Rubiera porta a Campogalliano passando per Fontana è una via utilizzatissima da pendolari e da mezzi pesanti, cardine fra l’autostrada del Brennero, l’A1, la zona ceramiche...

RUBIERA. La strada che da Rubiera porta a Campogalliano passando per Fontana è una via utilizzatissima da pendolari e da mezzi pesanti, cardine fra l’autostrada del Brennero, l’A1, la zona ceramiche e il distretto di Carpi-Correggio. E, proprio per la sua natura, estremamente pericolosa per chi la percorre, soprattutto su due ruote.
L’ultimo fatale incidente di Fontana è il terzo nel giro di dieci mesi sulla direttrice. Il 21 maggio 2016 il 44enne ciclista Massimo Aguzzi, residente a Gazzata di San Martino in Rio, viene travolto e ucciso da un camion a Campogalliano in via San Martino, all'incrocio con via per Reggio, in un incrocio dove negli anni si sono verificate decine di incidenti. Pochi mesi dopo, il 29 agosto 2016, il 50enne Massimo Moretti muore in uno schianto sempre a Campogalliano, a poca distanza dal precedente, fra via Fornace e via per Reggio. Moretti, operaio all’ex Cormo di San Martino, arriva dalla strada di Correggio sul proprio scooter e viene centrata da una Bmw che proviene da Rubiera. L’impatto è violentissimo, senza frenate, e Moretti spira nel giro di pochi minuti. Giovedì l’ultimo caso con vittima il 74enne carpigiano Mauro Reggiani. La direttrice in questione, con il suo costante traffico
che alterna mezzi pesanti e automobili e lunghi tratti dove è possibile accelerare, è davvero un percorso complesso soprattutto per biciclette e motorini. I ciclisti soprattutto lo utilizzano solo in rare occasioni, preferendo abitualmente i paralleli circuiti ciclopedonali. (adr.ar.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista