Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Droga, la Polizia scopre 50 chili e 200 piante di marijuana: due arresti

In manette due cinesi, che avevano allestito un vero laboratorio per lo spaccio in un casolare di Cadelbosco Sopra

CADELBOSCO SOPRA. Cinquanta chili di marijuana in via di essicazione e 200 piante di marijuana in vario stato di maturazione sono stati scoperti dalla polizia di Stato in un casolare di campagna a Cadelbosco di Sopra, nel Reggiano. Arrestati due cinesi, fratello e sorella, per traffico e coltivazione di marijuana.

È l'esito di una perquisizione disposta al termine di una serie di appostamenti. Il sequestro segue altri due avvenuti sempre nella nostra provincia nei mesi scorsi, con il sequestr ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CADELBOSCO SOPRA. Cinquanta chili di marijuana in via di essicazione e 200 piante di marijuana in vario stato di maturazione sono stati scoperti dalla polizia di Stato in un casolare di campagna a Cadelbosco di Sopra, nel Reggiano. Arrestati due cinesi, fratello e sorella, per traffico e coltivazione di marijuana.

È l'esito di una perquisizione disposta al termine di una serie di appostamenti. Il sequestro segue altri due avvenuti sempre nella nostra provincia nei mesi scorsi, con il sequestro di oltre 1.500 piante di marijuana e l'arresto di due cinesi. In corso accertamenti per verificare eventuali legami tra i vari episodi.

L'operazione è avvenuta martedì ad opera della squadra mobile. All'interno del casolare sono rintracciati due cittadini cinesi, fratello e sorella, e un minore di 14 anni, anch’egli cinese.

Reggio Emilia, blitz della Polizia: arrestati due cinesi con 50 chili e 200 piante di marijuana



Nell'edificio, in quattro stanze appositamente allestite, c'erano 200 piante di marjuana, in vario stato di maturazione. Oltre alle piante e a un impianto di areazione, erano presenti numerosissime lampade alogene utilizzate proprio per far crescere le piante. L’impianto di areazione e di illuminazione era collegato abusivamente all’impianto elettronico. dal quale traeva illegalmente l’energia.

Accanto alle piante c'erano 50 chili circa di marjiuana in via di essicazione (22,5 chili di influorescenze, 27,5 chili di foglie di marjuana e 200 grammi di marjuana tritata).

Tutta la droga è stata sequestrata. Entrambi i cittadini cinesi sono stati tratti in arresto per traffico e coltivazione di marjuana.

E' l'ennesimo maxi sequestro portato a segno dalle forze dell'ordine reggiane. A Castelnovo di Sotto, il 5 novembre 2015, erano state scoperte  771 piante di marjiuana; anche in quel caso a finire in manette fu un cittadino cinese. A Fabbrico, invece,  il 5 gennaio 2017, erano state trovate  793 piante di marjuana ed un chilo di stupefacente esiccato pronto per la vendita; anche in quel caso a finire in manette fu un cittadino cinese.

L’attività di indagine, avviata nel 2015, prosegue, ora per comprendere se vi siano legami tra i due soggetti arrestati e tra il “vivavio” di Castelnovo di Sotto, di Fabbrico e di Ca’ del Bosco di Sopra.