Quotidiani locali

Commercio abusivo, nuovo maxi sequestro

Dopo l’operazione dei giorni scorsi, la Finanza scopre altri 500 capi contraffatti. Quattro denunce

REGGIO EMILIA. Un nuovo colpo inferto dalla guardia di finanza di Reggio al mercato di prodotti contraffatti, proprio in occasione della festa di San Prospero, che l’anno scorso ha visto andare in scena una rivolta degli abusivi contro le forze dell’ordine. Al maxi-sequestro dello scorso fine settimana di 600 prodotti, per un valore stimato di 20.000 euro, è seguito infatti martedì quello di altri 500 beni di vario genere (occhiali, borse, scarpe, cinture) con il marchio fasullo di note griffe.

Sequestrati anche un furgone e due autovetture utilizzati per lo smistamento dei prodotti. I quattro soggetti responsabili, tutti di origine senegalese, tra i 40 e 50 anni, sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per i reati di detenzione e vendita di prodotti recanti marchi contraffatti, in concorso tra loro.

Anche in questo caso si può stimare che il materiale sequestrato, se immesso illecitamente sul mercato, avrebbe consentito di realizzare corrispettivi per un valore di circa 20mila euro. Le Fiamme gialle hanno eseguito varie perquisizioni che hanno interessato anche le abitazioni e i luoghi nella disponibilità di tutti gli indagati, nella città di Reggio e nel comune di Poviglio. Ed è proprio in quest’ultima località che è stato individuato un casolare di campagna utilizzato come deposito e centro di smistamento della merce contraffatta, pronta per essere immessa sul mercato in occasione della imminente festività del patrono.

Da un primo esame, gli occhiali sequestrati non sembrano rispettare i parametri di sicurezza dettati dall’Unione europea e il marchio Ce utilizzato potrebbe far riferimento alla dicitura “China export”. In totale, otto

le denunce scattate nelle due operazioni della finanza, tutte a carico di senegalesi, per due blitz che in totale hanno portato al sequestro di oltre mille prodotti contraffatti. Fra i denunciati, anche uno dei referenti dell’organizzazione, che operava anche a Gualtieri e Sant'Ilario d'Enza.

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista