Quotidiani locali

Precipita da sette metri, vivo grazie all’imbragatura

Casalgrande: operaio di 52 anni stava lavorando alla Ceramica Lea, dove cambiava i paralumi sul soffitto. Ora è ricoverato all'ospedale di Baggiovara

CASALGRANDE. É ricoverato all’ospedale modenese di Baggiovara, ma non è in pericolo di vita, il lavoratore rimasto coinvolto in un grave infortunio ieri mattina, a Sant’Antonino di Casagrande.

Erano cerca le 11.30 quando Salvatore Diana, 52enne residente a Maranello (Modena), si trovava nel capannone della Ceramica Lea, in via Statale, impegnato nella riparazione di alcuni paralumi sul soffitto. Improvvisamente, però, qualcosa è andato storto e l’uomo è precipitato da un’altezza di circa sette metri.

Avrebbe potuto essere una tragedia ma - secondo i primi accertamenti della Medicina del lavoro di Scandiano, intervenuta sul posto con i propri operatori – l’uomo era imbragato e i sistemi di prevenzione e sicurezza hanno attutito quella che, altrimenti, sarebbe stata davvero una caduta tragica, considerando l’altezza.

Tuttavia, l’allarme è stato subito lanciato dal luogo di lavoro all’indirizzo del 118 che, data la gravita della situazione, ha fatto intervenire a Sant’Antonino non soltanto l’ambulanze e l’automedica, ma anche l’elisoccorso.

Intanto, alla Ceramica Lea sono arrivati anche i carabinieri della stazione di Casalgrande, per tutti gli accertamenti del caso. Dopo le prime cure sul posto, l’uomo è stato trasferito al pronto soccorso dell’ospedale modenese, dove è stato sottoposto a tutti gli esami medici necessari a comprendere l’entità dei traumi riportati. Le notizie in arrivo da Modena, però, erano piuttosto buone, e i medici poco dopo hanno

potuto escludere che l’uomo fosse in pericolo di vita.

Nella sede dello stabilimento ceramico, intanto, la Medicina del lavoro ha proseguito con gli accertamenti del caso, necessari a ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto e a escludere eventuali responsabilità. (el.pe)

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista