Quotidiani locali

Lutto a Reggio Emilia, morta a 48 anni Antonella Morlini

Profondo cordoglio nel mondo della cooperazione sociale e del welfare, la psicosociologa stroncata da una malattia in poche settimane

REGGIO EMILIA. Profonda commozione ha suscitato nel mondo della cooperazione sociale e del welfare la scomparsa di Antonella Morlini, 48 anni, psicosociologa, stroncata da una malattia in poche settimane.

«Antonella Morlini - sottolinea Luigi Codeluppi, presidente del settore delle cooperative sociali di Confcooperative - è stata tutto ciò che può essere chi sa guardare con grande sobrietà e con analoga passione alle grandi questioni sociali, ai mutamenti dei contesti, alle nuove povertà e alle nuove sofferenze».

«Le sue straordinarie competenze - prosegue Codeluppi - non si sono soltanto orientate allo studio e agli approfondimenti, ma si sono tradotte in azioni, in progetti, in educazione e formazione al superamento dei conflitti, alla sollecitazione schietta e costante al pubblico e al privato per la creazione di sguardi condivisi di lavoro sulle grandi questioni sociali e per far sì che la diversità, la sofferenza e i limiti delle molteplici situazioni fossero risorsa per la progettazione sociale, sfide attorno alle quali raccogliersi e lavorare insieme».

Laureata in Lingue straniere moderne all'Università di Bologna e in Scienze sociali all'Università di Trento, «Antonella - sottolinea commosso Codeluppi - non ha mai cercato quella visibilità personale che pure la sua intelligenza e la sue competenze avrebbero potuto assegnarle: si è mossa con discrezione, sobrietà e concretezza in molti progetti. Anche recentemente - aggiunge Codeluppi - abbiamo avuto modo di lavorare insieme su temi riguardanti i giovani minorenni e l'accoglienza nell'ambito della cooperativa Dimora d'Abramo cui era legata da una lunga collaborazione, e ancora una volta abbiamo potuto apprezzare il suo rigore professionale e la sua umanità». «Ad Antonella Morlini – conclude il presidente del settore solidarietà sociale di Confcooperative - va il commosso ricordo e la profonda riconoscenza di tutta la cooperazione: ai familiari nel dolore vanno i nostri sentimenti di profonda vicinanza».

A esprimere profondo cordoglio per la scomparsa di Antonella Morlini “stimata e apprezzata formatrice” sono anche gli operatori nel settore

del Welfare del Comune di Reggio. Dal 2000, Morlini ha accompagnato diversi percorsi innovativi a sostegno delle politiche dell'ente, in particolare nell'ambito dell'integrazione socio-sanitaria e delle collaborazioni tra associazioni, cooperative sociali del territorio, Ausl e Comune.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista