Quotidiani locali

Il cocktail al lambrusco conquista la Milano da bere

Reggio Emilia: l’originale drink a base del nostro vino è stato presentato ieri sera alla Cantina Albinea Canali

REGGIO EMILIA. Un cocktail a base di lambrusco reggiano. È una delle novità dell’estate 2016 per quanto riguarda gli aperitivi, già sperimentata in diversi locali milanesi e ieri sera presentata anche a Reggio, nel luogo di origine del vino usato, il celebre Ottocentonero prodotto dalla cantina di Albinea e Canali.
Il cocktail ideato dal barman Vanni Folloni deve ancora prendere un nome preciso, a Canali si sta ragionando su un accoppiamento musicale visto l’inizio del festival Albinea Jazz, e quindi ci si potrebbe trovare di fronte proprio a un “Ottocentonero Jazz” o a un “Ottocentonero rock”.

Se l’anagrafe deve ancora decidersi, il palato ha già dato il suo parere. Il nuovo cocktail è stato introdotto nelle scorse settimane in alcuni dei locali più frequentati della cosiddetta movida milanese, per essere testato con un pubblico numeroso ed esigente. I primi responsi sono stati buoni e ora alla Cantina di Canali e Albinea stanno lavorando per allargare il raggio di azione.
Ieri, nella sede della cantina sulla strada per Canali, è arrivato il debutto reggiano, durante una serata di assaggi e degustazioni. La bevanda a base di Ottocentonero è stata introdotta in un aperitivo, affiancato dalle proposte gastronomiche curate dallo staff dello chef Maurizio Becchi.

Tanti stuzzichini e, oltre alle classiche bollicine, la possibilità di assaggiare un cocktail in cui la forza dell’Ottocentonero, un lambrusco corposo dal colore molto intenso, è “addomesticata” da sapori fruttati, alcuni classici e altri più particolari. La bevanda è stata pensata dai “due Vanni”: Folloni, l’esperto barman a cui la cantina si affida per elaborare proposte basate sul proprio pacchetto di vini bianchi, rossi e rosè; e Lusetti, il direttore della cantina che ha offerto le proprie competenze tecniche, pensando alle questioni chimiche, di ossidazione e di legame fra i vari composti.

LA RICETTA. La base del nuovo cocktail è uno dei lambruschi reggiani più conosciuti degli ultimi anni, l’Ottocentonero della cantina di Albinea e Canali. Un lambrusco forte e intenso, basato su due tipi di uva che solitamente non si “parlano”, il Salamino e il Grasparossa. È un vino già completo di suo, che si fatica a vedere accompagnato ad altri prodotti in un cocktail. Sia perché non semplice da legare, sia peril colore particolarmente scuro. Dopo diversi tentativi, si è arrivati a un buon risultato usando come ingrediente il dragon fruit, un prodotto delle aree tropicali e sub-tropicali conosciuto anche come Pitahaya.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon