Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Teneggi presenta le storie di paese

Esordio letterario del direttore Confcooperative alla Cantoniera

CASINA. Verrà presentato in prima assoluta, oggi alle 20.30 alla Casa Cantoniera, nella classica rassegna dei Martedì letterari, il primo quaderno di una nuova collana dell'Editore Abao Aqu, piccola realtà di micro-editoria no-profit che rappresenta anche l’esordio letterario di una persona molto conosciuta dell’Appennino, Giovanni Teneggi, qui in veste diversa dal ruolo in Cna e Confcooperative. Teneggi ha scritto questo racconto con testa, mani e soprattutto cuore. La storia di un paese ch ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CASINA. Verrà presentato in prima assoluta, oggi alle 20.30 alla Casa Cantoniera, nella classica rassegna dei Martedì letterari, il primo quaderno di una nuova collana dell'Editore Abao Aqu, piccola realtà di micro-editoria no-profit che rappresenta anche l’esordio letterario di una persona molto conosciuta dell’Appennino, Giovanni Teneggi, qui in veste diversa dal ruolo in Cna e Confcooperative. Teneggi ha scritto questo racconto con testa, mani e soprattutto cuore. La storia di un paese che rinasce a partire dalle storie dei suoi abitanti, quelli di ieri, di oggi e di domani. Situazioni e personaggi che sono persone autentiche, filtrate dallo specchio della memoria e dell'immaginazione, fatti di vita quotidiana che diventano sogni possibili, condivisione di un cammino, costruzione di un progetto di sviluppo di comunità, perché, come scriveva Pavese, un paese ci vuole. A fare da contrappunto alla scrittura sobria ed evocativa di Teneggi, le foto di un grande artista, cantore del nostro paesaggio, James Bragazzi, che ha attinto dal suo sconfinato archivio d'immagini: scorci di paese, greggi al pascolo, dettagli di porte e finestre, momenti di festa, ritratti della “Bella gente d'Appennino”. Il progetto editoriale è ideato dalla scrittrice e giornalista Serena Corsi, curato nella grafica da Luca Guerri, diretto a quattro mani con Emanuele Ferrari. Pensato come un calderone che ospiterà vicende e faccende lunghe come la vita, narrazioni sospese sul filo dell'autobiografia e della riflessione sul senso di appartenenza ai luoghi delle storie e alle storie dei luoghi. (l.t.)