Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Sceso dal bus, studente travolto da auto

Francesco Mainini, 15 anni, centrato mentre attraversa la strada. Sul posto accorre la madre, infermiera al S.Maria

CADELBOSCO DI SOPRA. Appena sceso dal pullman, è stato travolto da un’auto mentre attraversava la strada a piedi, nell’ultimo giorno di scuola. Ora Francesco Mainini, 15 anni compiuti in aprile, residente a Cadelbosco Sopra, rischia la vita.

Il terribile incidente stradale si è verificato poco dopo le 14.30 sull’ex statale 63, nel tratto denominato via Dante Alighieri. Lo studente era appena sceso da un autobus della linea extraurbana che procedeva in direzione di Guastalla. La corriera si è ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CADELBOSCO DI SOPRA. Appena sceso dal pullman, è stato travolto da un’auto mentre attraversava la strada a piedi, nell’ultimo giorno di scuola. Ora Francesco Mainini, 15 anni compiuti in aprile, residente a Cadelbosco Sopra, rischia la vita.

Il terribile incidente stradale si è verificato poco dopo le 14.30 sull’ex statale 63, nel tratto denominato via Dante Alighieri. Lo studente era appena sceso da un autobus della linea extraurbana che procedeva in direzione di Guastalla. La corriera si è fermata e il giovane, una volta sceso, ha attraversato la strada in direzione del centro abitato.

In quel punto – subito dopo lo spaccio della latteria Mosè – non ci sono strisce pedonali. La strada è piuttosto stretta. Una Fiat Multipla, guidata da un uomo che viaggiava in direzione di Reggio, avendo davanti a sé la corriera, evidentemente ha visto il pedone solo all’ultimissimo momento. L’auto, che andava a velocità moderata, ha frenato, ma l’impatto è stato comunque violento. Il ragazzo è stato urtato dall’angolo anteriore della Multipla ed è stato sbalzato a terra. L’automobilista, sotto choc, si è subito fermato e ha chiamato i soccorsi. Sul posto la centrale operativa del 118 ha inviato uno spiegamento di forze: l’ambulanza, l’automedica e l’elicottero da Parma, atterrato in un campo adiacente alla latteria. I sanitari hanno subito capito la gravità della situazione: il ragazzo, svenuto, è stato stabilizzato, intubato e trasportato d’urgenza all’ospedale Maggiore di Parma. La mamma, infermiera al Santa Maria, è stata la prima ad accorrere sul posto. Il quindicenne ora si trova in gravi condizioni a Parma. E’ stato sottoposto a vari accertamenti clinici, mentre entrambi i genitori gli sono rimasti vicino. Sulle sue possibilità di riprendersi, i medici al momento non si sbilanciano. Il ragazzo è ricoverato nel reparto di Rianimazione e la prognosi è riservata.

Intanto, sul luogo dell’incidente, la Polstrada ha ascoltato i diversi testimoni – passeggeri del bus ma anche residenti – per cercare di chiarire la dinamica dell’incidente. La notizia dell’investimento si è ben presto diffusa in paese e tra i coetanei, in apprensione per “Fra”(o “Manzo”), come viene soprannominato il ragazzo.