Quotidiani locali

Salviamo il Mauriziano, la petizione della Gazzetta di Reggio

La casa di Ariosto versa da decenni in stato di semiabbandono. Ed è chiusa in occasione delle celebrazioni dei 500 anni dell'Orlando Furioso, pubblicato per la prima volta nel 1516. Abbiamo lanciato una raccolta fime su Change.org per sollecitare l'inizio dei lavori

REGGIO EMILIA. In occasione del 500esimo anniversario dell'Orlando furioso, pubblicato per la prima volta nel 1516, il Mauriziano, la casa natìa di Ludovico Ariosto non è ancora pronta. E giace deserta, con le sue opere d'arte in parte rovinate e in parte abbandonate nei depositi dei Musei civici.

Interrogazione al ministro, il caso arriva in Parlamento.

GUARDA IL VIDEO - GUARDA LE FOTO - LEGGI LO SPECIALE  

Salviamo il Mauriziano, la petizione della Gazzetta di Reggio La Gazzetta di Reggio ha lanciato su Change.org la petizione Salviamo il Mauriziano, la casa natale di Ludovico Ariosto che resta chiusa in occasione delle celebrazioni dei 500 del poema l'Orlando Furioso.

I lavori di messa in sicurezza dello stabile, messi a bilancio dal Comune nel 2015 per la cifra di 80mila euro, non accennano ancora a partire e si rischia di perdere l'occasione di celebrare in grande stile anche l'anniversario della nascita del poeta, che cadrà l'otto settembre.

La petizione aperta su Change.org
La petizione aperta su Change.org

Per questo la Gazzetta di Reggio ha lanciato una petizione su Change.org dal titolo "Salviamo il Mauriziano". Lo scopo? Sollecitare il Comune e il sindaco Luca Vecchi, che detiene la delega alla cultura, ad accelerare l'inizio del lavori di restauro dell'edificio.

Clicca qui e fima anche tu la nostra iniziativa!

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri