Quotidiani locali

A otto Comuni 6,8 milioni per l’efficienza energetica

Dopo 5 anni si è concluso il progetto ABC Energia coordinato da Provincia e Acer Dalle illuminazioni al fotovoltaico, risparmiate 570 tonnellate di petrolio l’anno

REGGIO EMILIA. Interventi di riqualificazione energetica e di illuminazione pubblica, installazione di impianti fotovoltaici, allacciamenti alla rete di teleriscaldamento in scuole, residenze per anziani, palestre, municipi ed edifici pubblici. Questo il risultato del progetto ABC Energia appena concluso dopo 5 anni, promosso dalla Provincia e coordinato insieme ad Acer Reggio Emilia. Il costo degli interventi è stato di 6,8 milioni di euro, di cui 555mila finanziati dalla Regione Emilia-Romagna, ed ha riguardato i territori di otto comuni reggiani: Campegine, Cavriago, Sant'Ilario d'Enza, Toano, Vetto, Villa Minozzo, Castelnovo ne' Monti e Quattro Castella.

«Questo progetto - ha spiegato il presidente della Provincia Giammaria Manghi - ha unito tre valori fondamentali: la riqualificazione del patrimonio pubblico; gli interventi a beneficio di scuole e altri edifici pubblici, che hanno bisogno di costante manutenzione; il tema delle energie rinnovabili e della riduzione del consumo di energia». L'iniziativa è partita nel 2011 con lo scopo di promuovere azioni di sistema per il risparmio e l'efficienza energetica, in cui la Provincia ha svolto un ruolo di raccordo tra i Comuni con lo scopo di realizzare un forte impatto economico e ambientale. Gli interventi effettuati infatti stanno producendo un risparmio annuo complessivo di circa 570 tonnellate equivalenti di petrolio (Tep), con il conseguente beneficio di ridurre notevolmente le emissioni inquinanti di cui gli edifici sono i principali produttori. Il territorio che ha richiesto il maggior numero di spesa è stato quello che comprende il Comune di Reggio Emilia, Castelnovo Monti, Montecchio Emilia e Correggio, con un totale di 3.831.008 euro investiti di cui 191.550,40 finanziati dalla Regione e con 296,55 Tep annue risparmiate. Le strutture più toccate sono stati gli istituti scolastici, con la costruzione di impianti fotovoltaici ad esempio nelle scuole di via Makallè, nel Gobetti di Scandiano, nell'Itg Secchi o nel liceo scientifico Aldo Moro a Reggio Emilia.

Secondo per finanziamenti il Comune di Cavriago, con 781.743,37 euro spesi, di cui 117.261,51 dalla Regione e con 50,33 Tep annue risparmiate. Anche in questo caso le maggiori beneficiarie sono state le scuole, con la riqualificazione della De Amicis e con la costruzione di una microrete di teleriscaldamento con l'inserimento di un cogeneratore al servizio del polo scolastico dell'Istituto Galilei, del De Amicis stesso, della palestra, del municipio e dell'illuminazione pubblica. Soddisfatto anche il sindaco di Cavriago, Paolo Burani: «Si è trattato di un'opportunità importante, difficilmente ripetibile in questi tempi di crisi, che ci ha aiutato a fare una serie di lavori per ridurre il costo di manutenzione del patrimonio immobiliare pubblico».

Importanti anche gli investimenti a Quattro Castella, con un contributo di 590mila euro di cui 88.500 dalla Regione, con un risultato finale di 59,85 Tep risparmiate l'anno. La

riqualificazione energetica ha riguardato le scuole di Montecalvo e di Puianello, con risultati significativi. «I due istituti inaugurati nel 2012 - afferma il sindaco di Quattro Castella Andrea Tavaglini - sono due edifici di classe energetica A all'avanguardia tanto in Italia che nel mondo».

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista