Quotidiani locali

castelnovo monti

Esercitazione sulla Pietra per la ricerca di dispersi

Una cinquantina di volontari del Coordinamento provinciale delle organizzazioni di Protezione civile sono stati impegnati nel fine settimana alla Pietra di Bismantova

CASTELNOVO MONTI. Una cinquantina di volontari del Coordinamento provinciale delle organizzazioni di Protezione civile sono stati impegnati nel fine settimana alla Pietra di Bismantova, nell’ambito della prova conclusiva del corso di specializzazione per unità cinofile e operatori di supporto alla ricerca di persone disperse. Il corso era promosso dalla Scuola permanente di formazione di Protezione civile, costituita dalla Provincia di Reggio e dallo stesso Coordinamento del volontariato, e si è svolto durante il mese di gennaio a Casina, sotto la guida di Corrado Bernardi con il coordinamento di Ugo Artioli e Marcello Margini.

Durante l’esercitazione conclusiva, che ha visto la collaborazione di vigili del fuoco e soccorso alpino Emilia-Romagna, i volontari hanno effettuato prove specifiche sull’utilizzo del Gps, sulla cartografia e sulla ricerca applicata al ritrovamento di una persona dispersa, e manovre di ricerca a pettine e con le unità cinofile. Alla fine, la prova è stata brillantemente superata da tutti i volontari dei gruppi: Alpini, Unità Cinofile I Lupi dell’Appennino Reggiano - Casina, Legambiente Reggio Emilia, Bentivoglio - Gualtieri, Croce verde Castelnovo Monti, I Custodi della Montagna di Ligonchio, Team Reggio Fuoristrada, Protezione Civile Albinea, Val D’Enza Radiocomunicazioni, Il Campanone Scandiano e Noc Traversetolo.

Il corso rientrava tra quelli che Provincia e il Coordinamento del volontariato, attraverso la scuola permanente di formazione di protezione civile costituita nel 2008, tengono periodicamente per poter disporre di  volontari in grado di affrontare con competenze e capacità ogni tipo di emergenza. A breve seguiranno altri

due corsi, previsti a  Guastalla e Brescello: l’obiettivo è di arrivare formare circa 120 persone, perché l’esperienza ci insegna che in caso di piene critiche come quella del Po del novembre 2014, occorrono centinaia di turni di volontari specializzati. (l.t.)

 

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista