Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Tenta rapina in sala giochi Subito fermato e arrestato

Sant’Ilario, il giovane di Campegine ha arraffato il bottino: poche decine di euro Mentre cercava di fuggire, ha fatto cadere il gestore. Poi l’arrivo dei carabinieri

SANT'ILARIO. È andata male a un giovane di Campegine che, nella notte tra mercoledì e ieri, aveva pensato di mettere a segno una rapina ai danni di una sala giochi di Sant’Ilario. Attorno alla mezzanotte il giovane, durante le operazioni di chiusura e approfittando di un momento di distrazione dei dipendenti del locale pubblico, si era introdotto nella sala giochi senza essere visto e si era impossessato dell’incasso della serata che ammontava a poche decine di euro. La sua impresa però no ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SANT'ILARIO. È andata male a un giovane di Campegine che, nella notte tra mercoledì e ieri, aveva pensato di mettere a segno una rapina ai danni di una sala giochi di Sant’Ilario. Attorno alla mezzanotte il giovane, durante le operazioni di chiusura e approfittando di un momento di distrazione dei dipendenti del locale pubblico, si era introdotto nella sala giochi senza essere visto e si era impossessato dell’incasso della serata che ammontava a poche decine di euro. La sua impresa però non è stata portata a termine in quanto il giovane è stato “beccato” dal gestore, che gli ha intimato di fermarsi e di riporre il maltolto.

Invece, per garantirsi la fuga, il malvivente ha spinto energicamente l'uomo a terra (causandogli lesioni guaribili in pochi giorni), facendo perdere sul momento le proprie tracce e abbandonando sul posto il denaro.

Ricevuta la segnalazione dai titolari della sala giochi, la centrale operativa dei carabinieri di Reggio, dopo aver raccolto elementi necessari alla sua individuazione, attraverso gli equipaggi presenti sul territorio ha iniziato le ricerche, che nel giro di breve tempo hanno dato i frutti sperati.

Le pattuglie del Nucleo operativo radiomobile di Reggio e della stazione di Montecchio sono infatti arrivate sulle tracce del giovane a Campegine.

Una volta fermato, il giovane responsabile della rapina è stato accompagnato in caserma dove, al termine delle formalità di rito, è stato dichiarato in arresto e condotto nella sua abitazione in regime di arresti domiciliari. Ora resta a disposizione dell’autorità giudiziaria, davanti alla quale dovrà rispondere del reato di rapina impropria. (a.v.)