Quotidiani locali

Di nuovo "Zitta puttana", ora Selvaggia Lucarelli annuncia querele

Dopo la figuraccia in radio, l'ex candidato sindaco leghista di Canossa, Giuseppe Grasselli, torna ad insultare la giornalista sui social: "Quella frase è vera"

CANOSSA. "Evidentemente con certa gente funzionano solo i tribunali". Ci è ricaduto di nuovo. E di nuovo non è sfuggito all'occhio attento di Selvaggia Lucarelli, che ora annuncia azioni legali. Altri guai in vista per Giuseppe Grasselli, l'ex candidato sindaco a Canossa, che si era giocato la corsa alle amministrative per un insulto rivolto alla giornalista di Radio M2o.

Vi ricordate l'ex candidato sindaco leghista di Canossa Giuseppe Grasselli che mi scrisse Zitta puttana e che chiamai al...

Posted by Selvaggia Lucarelli on Mercoledì 13 maggio 2015

"Zitta… puttana!!!”, aveva scritto un paio di settimane fa su Facebook, commentando sul gruppo "Sei della Lega se..." un post della stessa Lucarelli sulla strage di migranti nel canale di Sicilia, con un'immagine di una bambina morta annegata e un riferimento a Salvini. La giornalista in diretta radiofonica aveva poi telefonato al leghista pretendendo giustamente le scuse.

"Zitta puttana": candidato sindaco leghista di Canossa insulta Selvaggia Lucarelli “Zitta… puttana!!!” Giuseppe Grasselli, candidato sindaco della Lega Nord per le elezioni comunali di Canossa (17 maggio), apostrofa così su facebook Selvaggia Lucarelli, intervenuta nell’aspro dibattito sulla strage nel canale di Sicilia. Sentite questa strepitosa telefonata tra Selvaggia e lo stesso Grasselli

leggi anche:

Dopo lo spiacevole episodio, la Lega aveva convocato di corsa un direttivo, durante il quale Grasselli ha ritirato la sua candidatura per la corsa a sindaco, facendo anche una sorta di "mea culpa". Il pentimento, però, non deve essere avvenuto sino in fondo. In un nuovo post, infatti, l'ex candidato del Carroccio è tornato a parlare della Lucarelli. E anche questa volta in maniera non proprio felice.

"Una frase vera", scrive Grasselli in riferimento al primo post. Un commento che anche in questo caso non è sfuggito alla Lucarelli, che ora sembra intenzionata ad adire alle vie legali.

"Vi ricordate l'ex candidato sindaco leghista di Canossa Giuseppe Grasselli che mi scrisse Zitta puttana e che chiamai al telefono? - scrive la giornalista su Facebook - Bene. Visto che la gogna pubblica e le sue scuse mi erano parse sufficienti e viste le suppliche di un suo compagno di partito di non denunciarlo perchè il "signore" avrebbe una situazione familiare difficile, non avevo querelato. Poi mi inviano quello che scrive oggi, tornato in gran spolvero sulla sua bacheca facebook, e capisco che evidentemente con certa gente funzionano solo i tribunali". Nel post anche lo screenshot con le nuove dichiarazioni offensive dell'ex candidato leghista.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon