Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ieri e oggi: le mappe interattive delle ex Officine Reggiane

Dall'azienda agricola al reparto avio, dalle falegnamerie alla casa del direttore, ecco la dislocazione e le foto dei reparti e delle strutture che hanno fatto la storia delle ex Reggiane - a cura di Paolo Cagnan
Per visualizzare la mappa a schermo intero clicca qui

REGGIO EMILIA. Una storia reggiana. Una storia d'Italia. Fondata a Reggio Emilia nell'agosto del 1901 ad opera dell'Ingegner Romano Righi sotto il nome di Officina Meccanica e Fonderia Ing. Romano Righi e C, la fabbrica ha vissuto molte vite. Macchinari per l'agricoltura, carri merci, carrozze per treni passeggeri, tram, aerei da combattimento, gru da carico.

Oggi, dopo la chiusura avvenuta nel 2009, le ex Reggiane sono un'enorme area dismessa, cannibalizzata dai ladri di rame, ferro e macchi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

REGGIO EMILIA. Una storia reggiana. Una storia d'Italia. Fondata a Reggio Emilia nell'agosto del 1901 ad opera dell'Ingegner Romano Righi sotto il nome di Officina Meccanica e Fonderia Ing. Romano Righi e C, la fabbrica ha vissuto molte vite. Macchinari per l'agricoltura, carri merci, carrozze per treni passeggeri, tram, aerei da combattimento, gru da carico.

Oggi, dopo la chiusura avvenuta nel 2009, le ex Reggiane sono un'enorme area dismessa, cannibalizzata dai ladri di rame, ferro e macchinari, rifugio per i senza dimora e luogo di spaccio. Una palazzina, l'ex capannpone 19 (fonderia ghisa) è stato ristrutturato e ospita il Tecnopolo, embrione dell'ambizioso progetto di trasformare l'aerale in una cittadella della conoscenza e dell'innovazione.

Questa mappa, realizzata grazie alla collaborazione dell'Archivio storico del Comune di Reggio Emilia e dell'Archivio digitale ex Reggiane dell'Università di Modena e Reggio, si basa sulla situazione odierna (tratta da Google Maps) per aiutare il lettore a capire quale fosse la destinazione di ogni singolo capannone e quali strutture al di fuori dell'attuale perimetro del complesso ne facessero originariamente parte: dalle falegnamerie al villaggio dei dipendenti, dall'azienda agricola al Dopolavoro.

Per visualizzare la mappa a schermo intero clicca qui

Da una foto aerea, alle tracce del passato

Qui sotto, un'altra mappa interattiva realizzata con Closr: da una foto aerea scattata da Enrico Rossi abbiamo ricavato alcuni luoghi simbolo dell'ex complesso: se passate il mouse sopra la foto, si apre un menù che vi consente queste opzioni:

  • schiacciando il tasto play (triangolino con la punta rivolta verso est) si avvia la visualizzazione dei luoghi segnalati, con relativa scheda di spiegazione
  • schiacciando la punta da spillo, si evidenziano (cerchiati) i luoghi indicati - noi consigliamo questa visualizzazione
  • schiacciando il menù orizzontale si visualizzano le schede dei luoghi indicati
  • schiacciando il quadrato con la freccia in alto si può condividere la mappa sui social