Quotidiani locali

scandiano

Radio private e comunicazione

Un convegno in Rocca sull’impegno sociale delle emittenti locali

SCANDIANO. Scandiano rende omaggio alla radio, grande strumento di comunicazione, animazione e intrattenimento che, dalla fine del XIX secolo resta uno degli strumenti più amati dalla gente. Nella giornata di oggi la Rocca dei Boiardo ospiterà una manifestazione dedicata alla radio in occasione del quarto anniversario della giornata mondiale della radio, fissata dall’Unesco il 13 febbraio per ricordare la prima trasmissione dell’emittente delle Nazioni Unite nel 1946.

L’iniziativa scandianese è promossa dal comitato Italradio, impegnato dal 1996 nella difesa e promozione della radiofonia internazionale in lingua italiana, assieme al Comune. Al centro, l'impegno sociale delle radio locali.

Si parte alle 10 alla Rocca con i saluti del sindaco Alessio Mammi e una serie di interventi di esperti del settore.

Paolo Morandotti, coordinatore scientifico di Italradio, parlerà de “l'onda media nel panorama della radiofonia italofona”; Filippo Giannetti, associato di telecomunicazioni all'Università statale di Pisa, di “prospettive dell'utilizzo delle onde medie e lunghe”.

A seguire, una tavola rotonda coordinata da Luigi Cobisi e Mario Paolo Guidetti, sul tema “Onda media privata: un esempio di impegno sociale, con Maurizio Anselmo (Challenger Radio, Padova), Fausto Bigliardi (Radio 106), Roberto Furlan (Onda Media Broadcast, Bologna) e Giorgio Marsiglia, promotore dell'iniziativa a favore della liberalizzazione delle onde medie italiane alla Commissione Europea, oltre a Stefano Valianti,

redattore della rubrica “Southern European Report” di Bdxc Communications.

Al termine del convegno, prima di una visita ai saloni restaurati della Rocca dei Boiardo, e al successivo rinfresco, verrà consegnato a Radio 106 il riconoscimento “Tricolore della Radio”. (adr.ar.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik