Menu

le reazioni

Il sindaco attende una svolta «Il paese è disorientato»

FABBRICO. Giovedì a a Fabbrico era giorno di mercato. Il tranquillo “paese dei trattori” è salito alle cronache della ribalta per il misterioso ritrovamento in via Cascina del cadavere di un uomo:...

FABBRICO. Giovedì a a Fabbrico era giorno di mercato. Il tranquillo “paese dei trattori” è salito alle cronache della ribalta per il misterioso ritrovamento in via Cascina del cadavere di un uomo: maschio, pelle chiara e capelli scuri, dall'apparente età di circa 20 – 30 anni, ad opera di un dipendente della ditta Bellesia di Rio Saliceto che stava effettuando alcuni scavi per conto della Landini Argo Tractor. E anche ieri, la gente, non parlava d’altro.

Il sindaco Luca Parmiggiani ha raccolto gli umori dei suoi concittadini: «Fabbrico è un piccolo paese e cose come il ritrovamento di un cadavere disorientano le persone. Si pensa sempre che certi episodi non possano mai succedere qui a Fabbrico. Faccio una piccola analogia col terremoto: quando nel maggio 2012 la terra ha tremato anche da noi, la gente non si è sentita più sicura. La stessa cosa succede per fatti di cronaca nera. Poi, al mattino, ci si sveglia e ci rende conto che purtroppo, certi fatti, succedono anche da noi. Ormai viviamo in un mondo globalizzato

e la società civile è cambiata. Basta vedere quello che è successo a Villanova di Reggiolo con l’omicidio di un cinese. Ora aspettiamo che venga fatta piena luce sulla vicenda anche se speriamo si tratti di un episodio estraneo o lontano dalla vita quotidiana del nostro paese». (m.p.)

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro