Quotidiani locali

Viaggia sull’auto senza assicurazione e picchia gli agenti

Un 64enne di Baiso denunciato per resistenza dalla polizia municipale dopo un controllo a Castellarano. Anche il tagliando della revisione era stato falsificato

CASTELLARANO

E’ stato fermato per un normale controllo stradale poi, davanti alle contestazioni degli agenti, ha iniziato a dare in escandescenze, ferendo due di loro e minacciando di togliersi la vita.

Protagonista di un pomeriggio di ordinaria follia è un 64enne di origini palermitane residente a Baiso, F.D., che sabato – quando erano da poco passate le 16.30 – ha tenuto in scacco la pattuglia della polizia municipale dell’Unione Tresinaro Secchia.

Tutto è nato quando l’uomo, al volante della sua Fiat Punto, si è fermato all’alt impostogli dalla paletta degli agenti, che avevano allestito un posto di blocco. Dal controllo dei documenti, gli agenti hanno notato delle imperfezioni sul tagliando assicurativo e su quello della revisione.

Da un controllo più approfondito è poi emerso che l’uomo viaggiava con il contrassegno assicurativo e il contrassegno di avvenuta revisione periodica falsi. Davanti a irregolarità di questa portata, gli agenti della Municipale hanno comunicato al 64enne che l’auto gli sarebbe stata sequestrata.

Ma questa notizia lo ha letteralmente mandato fuori dai gangheri: prima ha imprecato contro la pattuglia, poi ha provato a salire in auto per scappare. A quel punto un agente, però, è stato lesto nel fermarlo, e gli ha sottratto le chiavi impedendogli di fuggire.

Ma questo ennesimo “stop” alle sue velleità ha spinto l’uomo a dare il peggio di sé e, non pago di quanto già fatto, ha aggredito i due agenti, ferendoli entrambi.

Vista l’implacabile furia di cui era preda l’automobilista, gli agenti si sono visti costretti a chiedere rinforzi, e così nel giro di pochi minuti è giunta sul posto un’altra pattuglia, che ha contribuito a riportare la calma. Anche se non del tutto. F.D. infatti, mentre gli agenti formalizzavano le denunce a suo carico, ha più volte minacciato il suicidio, affermando di volersi buttare sotto i veicoli in transito. Nonostante la nuova sceneggiata, l’uomo non ha potuto evitare pesanti sanzioni: a suo carico sono scattate la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale e falsificazione di documenti, il sequestro del veicolo – in quanto privo di assicurazione – e il ritiro della carta di circolazione (con la conseguente sospensione della stessa), oltre a multe per oltre mille euro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Gazzetta di Reggio
e ascolta la musica con Deezer.3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.