Menu

Sfida alla piadina a pezzi di gnocco fritto

Agosto in Romagna per 24 volontari reggiani, protagonisti nei centri e sulle spiagge della Riviera con il loro stand

Li abbiamo spesso incontrati alle sagre di paese e alle fiere, in città e in giro per la provincia, con grembiuli e cappelli in testa a preparare, cucinare e distribuire gnocco fritto fino a tarda notte e ora, chi è andato in vacanza nelle località turistiche del Ravennate, li potrà incontrare nei paesi e sulle spiagge della Riviera romagnola: sono gli appassionati cuochi e volontari, in tutto 24 persone, della Pro loco di Cadelbosco Sopra.

Fino al 26 agosto esporteranno sull’Adriatico uno dei prodotti tipici della cucina reggiana, il gnocco fritto, servito con un piatto di ottimo salume e un immancabile bicchiere di lambrusco. Il tour a base di gnocco fritto fino alla fine del mese toccherà le mete turistiche più ambite, da Pinarella di Cervia a Lido di Savio, da Tagliata a Cesenatico ma, ogni giorno, le richieste di partecipazione ai vari mercatini aumentano.

Sarà l’occasione per una vera e propria sfida tra i due colossi della gastronomia regionale: il gnocco fritto reggiano della Pro loco sfiderà – in trasferta – la tradizionale piadina romagnola, in un vivo scontro a colpi di file d’appassionati buongustai che s’assieperanno in spiaggia o nei piccoli centri storici in attesa di una mangiata coi fiocchi.

Ripercorriamo la giornata tipica dei 24 volontari reggiani, che venerdì sera erano nel centro del Lido di Savio e, sabato pomeriggio, hanno concesso il bis al bagno Lido: fino alle 17 sono dei perfetti vacanzieri ma, appena cala il sole, si trasformano in una squadra efficiente di “gnocchettari”.

Caricato tutto l’occorrente sullo spazioso Fiat Ducato a loro disposizione, lasciano il campo base (un agriturismo a Tagliata di Cervia) alla volta di destinazioni sempre nuove ogni sera. Il gnocco fritto viene servito dalle 19 alle 22 tutti i giorni, esclusa la domenica.

Oltre agli stand sotto i quali si tira la sfoglia e si frigge gnocco fritto, la Pro loco allestisce un punto ristoro, provvisto di tavoli e panche su cui le famiglie possono sedersi per una “abbuffatta” in compagnia.

Il mercoledì è il giorno dedicato alla “gnoccata in spiaggia”: ogni settimana la Pro loco di Cadelbosco Sopra sceglie un bagno diverso della Riviera romagnola, in cui i gestori offrono ai propri clienti per l’happy hour un gustoso piatto di gnocco fritto e salumi.

In alternativa al gnocco, si possono assaggiare le tipiche chizze reggiane al prosciutto cotto e formaggio, al ripieno dei tortelli verdi e dolci.

Guai, inoltre, a chi s’azzarda a dire “lo gnocco”: la storpiatura dell’articolo è tipicamente reggiana e continua a essere mantenuta per tradizione.

A Reggio

esiste solo “il gnocco fritto”. I simpatici cuochi della Pro loco sono ormai di casa sulla riviera romagnola: ogni inverno, infatti, continuano a proporre le loro ricette tipiche anche alla kermesse “Cervia Gustosa”.

Valentina Barbieri

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro