Quotidiani locali

L’Arci boccia l’ordinanza anti-alcol

Per Amico proibire non è la soluzione, intanto un blog lancia la sfida: bere 500 bottiglie di birra davanti al municipio

Bottiglia di birra in centro sì o bottiglia di birra no?

Il dibattito è tutt’altro che chiuso, a Reggio, dopo l’ordinanza del sindaco Graziano Delrio che ha disposto il divieto di consumare le bevande in bottiglia e lattina, nel perimetro della Città storica. In attesa di vedere se con il fine settimana si scateneranno le sanzioni – ancora non ne risultano – i pareri restano discordi.

«E’ un problema che viene fuori periodicamente, ma le ordinanze non lo hanno mai risolto».

Così commenta il provvedimento il presidente dell’Arci, Federico Amico.

«Mi sembrano azioni inefficaci e le reazioni viste sui vari Twitter e Facebook sono state più di scherno che altro – fa notare – anzi, eventualmente incitano a fare il contrario. Credo che l’esigenza di controllo sui ragazzi che sostano nelle piazze, in parte confligga con quella di una città viva. Sarebbe servito uno sforzo, invece, in termini concertativi con i commercianti del centro. In stile Berlino e come abbiamo fatto noi al Mauriziano: per evitare che bottiglie e bicchieri vengano lasciati in giro, perché non introdurre una cauzione sul prezzo così che le persone siano invogliate ad andarle a riconsegnare? Se l’ordinanza arriva invece perché non si è riusciti ad attivare una concertazione, è un altro paio di maniche, ma non mi sembra che questo dibattito sia emerso. In ogni caso, proibire e ordinare difficilmente portano risultati».

E che la rete abbia reagito con la voglia di prendere in giro l’ordinanza, lo dimostra la reazione che, nata su Twitter, è arrivata all’apertura del blog 500birre.wordpress.com.

I fondatori anti-ordinanza si sono dati una missione: bere 500 birre in centro entro l’estate.

Sul sito si legge: «Come forse sapete qualche giorno fa il sindaco ha vietato il consumo di alcolici h24 in centro storico, a detta sua per contribuire a un clima tranquillo nella Città Storica, minacciando multe fino ai 500 euro. Secondo noi è inaccettabile, e questa è la nostra protesta pacifista: 500 birre entro il 30 settembre. Ce la faremo? Dateci una mano! Inviate le vostre foto a le500birre@yahoo.it oppure scattatele con Instagram e taggatele con #500birre».

Le prime foto sono già arrivate e le più provocatorie sono di giovani che si sono fatti immortalare con in mano le bottiglie di birra proprio sui gradini del palazzo municipale.

Una goliardata che ha tutta l’intenzione di ribadire che a molti giovani che frequentano il centro di Reggio, l’ordinanza proprio non piace. E le foto iniziano a vedersi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Gazzetta di Reggio
e ascolta la musica con Deezer.3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.