Quotidiani locali

Teatri, il dopo-Abbado parte con un concorso

Dal Comune si conferma l’intenzione di chiudere con il direttore artistico Verrà predisposto un bando per verificare future candidature

Il Comune sta preparando un bando pubblico per la futura direzione artistica dei Teatri di Reggio. Nulla da eccepire sul lavoro svolto da Daniele Abbado, del quale tutti riconoscono pienamente le doti, ma la ricerca è originata dal desiderio di valutare idee e progetti alternativi allo scopo di innalzare ulteriormente, se possibile, il livello delle stagioni reggiane.

Lo hanno confermato ieri il sindaco Graziano Delrio e l’assessore alla cultura Giovanni Catellani.

La prossima stagione 2012-2013 porterà ancora l’impronta di Abbado; potrebbe però essere l’ultima volta. La sua direzione artistica alla Fondazione dei Teatri è giunta al traguardo dei dieci anni e non mancano indicazioni sulla possibilità che sia al giunta al capolinea per lasciare aprire un nuovo capitolo.

In Consiglio di amministrazione l’argomento è già stato esaminato ed è appunto emersa l’ipotesi di un bando aperto per consentire di valutare altri curricula e diverse candidature.

Delrio e Catellani non aggiungono ulteriori dettagli ma si intuisce che una simile soluzione comprende la prospettiva di un eventuale cambio della guardia, mettendo Abbado a diretto confronto con altri pretendenti titolari di importanti curriculum e, appunto, progetti innovativi.

Difficile, per ora, ottenere qualche valutazione dal diretto interessato che da alcune settimane è impegnato a Tokio e per tale ragione ha dovuto disertare l’assemblea dei soci che si è svolta nello scorso mese di giugno.

«In quella occasione – afferma Mirko Tutino assessore alla cultura della Provincia – il tema non appariva ufficialmente all’ordine del giorno. Vorrei comunque sottolineare che in questa materia il nostro ruolo è secondario. Il socio principale è il Comune e spetta a quella amministrazione presentare al Consiglio, che dovrà decidere, tutte le possibili alternative».

Stesso tenore nelle considerazioni del presidente della Commissione comunale alla cultura, Andrea Capelli, che rimpalla al Consiglio di amministrazione della Fondazione ogni determinazione sulla delicata materia. Totale riservatezza anche da parte di alcuni componenti del Consiglio di amministrazione della Fondazione che rilanciano: è prematuro ogni giudizio; vedremo se e chi vorrà proporsi per il prestigioso incarico.

L’autonomia della Fondazione dei Teatri è ovviamente fuori discussione sia per quel che riguarda i conti - che fortunatamente risultano in ottimo equilibrio - che per la programmazione artistica. Nel frattempo Abbado ha già delineato il canovaccio per i mesi a venire e pertanto fino al settembre del 2013 non sono prevedibili deroghe al cartellone che porta la sua firma.©RIPRODUZIONE RISERVATA

PRO O CONTRO ABBADO

VAI AL SITO E VOTA

www.gazzettadireggio.it

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Gazzetta di Reggio
e porta il cinema a casa tua!3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.