Menu

La tombola «letta» da Mingoun

Correggio: strenna benefica delle cooperative

 CORREGGIO Giocare imparando è un binomio che funziona sempre, ma se per di più si riesce a fare solidarietá, allora «Mingóun» e la sua tombola dialettale raggiunge due volte l'obiettivo. Almeno così sperano gli otto comuni reggiani, oltre a quello di Carpi e le cinque cooperative di Legacoop che hanno trasformato l'idea di Luciano Pantaleoni (che ha raccolto i detti dialettali legati al gioco della tombola) e le illustrazioni di Giulio Taparelli, in una strenna natalizia di solo 5.000 esemplari, in vendita al prezzo di 19 euro, i cui proventi andranno in beneficenza.  L'iniziativa nata con lo scopo di finanziare i fondi di solidarietá messi in piedi dai comuni per fronteggiare la crisi e le associazioni di volontariato e le cooperative sociali, anch'esse di fronte a pesanti tagli nei finanziamenti e alla crisi economica che ha ridotto le entrate, è stata presentata ieri presso la sede di Legacoop, con gli ideatori che hanno spiegato non solo le finalitá, ma anche le ragioni di questa scelta.  Un'idea a cui hanno aderito i comuni di Correggio, Reggio, Rio Saliceto, San Martino in Rio, Campagnola, Novellara, Bagnolo in Piano, Cadelbosco Sopra e Carpi, sostenuti dalle cooperative Andria, Unieco, Abitcoop, Coopservice e Borea.  A partire dal gioco scelto, la tombola, che è essa stessa una delle nostre tradizioni più radicate, che anche il bingo non è riuscito a sradicare, perché è un giocare lento, che riunisce la famiglia e gli amici, alla scelta di «Mingóun», l'incarnazione fantastica, del contadino reggiano «dalle scarpe grosse e dal cervello fino», per arrivare a recuperare e lasciare in ereditá alle giovani generazioni quei detti popolari legati al gioco della tombola.  Un gioco nel quale all'estrazione di un numero, in passato faceva inevitabilmente seguito il coro dei giocatori di un detto spiritoso legato a quella cifra (e raccolti da Luciano Pantaleoni, cultore di tradizioni popolari). Dalle più ovvie, 77 «le gambe delle donne», al 19 «l'avvocato che non ha mai vinto», perché ognuno dei 90 numeri ha la sua spiegazione, che poi il 92enne
disegnatore correggese Giulio Taparelli ha tradotto in altrettante illustrazioni.  La stranna «Tombola e Mingóun» sará disponibile dai primi di novembre presso i punti vendita di Coop Nordest, oltre che essere venduta da associazioni di volontariato e cooperative sociali, al prezzo di 19 euro.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro