Tumori, 100 milioni dall’Airc

L’associazione per la ricerca ha finanziato con 600mila euro anche un team di scienziati reggiani

    REGGIO

    Un pugno di giovani ricercatori e un professore reggiano fanno parte del team di ricerca coordinato da Maria Paola Costi, modenese, protagonista della scoperta di un meccanismo biologico in grado di ridurre la crescita del tumore all’ovaio nato all’interno dell’università di Modena e Reggio. Il primo traguardo raggiunto è stata la pubblicazione della ricerca in una nota rivista di scienza, che poteva però saltare se non fosse intervenuta l’Airc, associazione per la ricerca contro il cancro, che ha finanziato il progetto con ben 600 mila euro per alimentare ulteriori tre anni di ricerca. «Una cifra davvero importante, senza la quale non saremo arrivati fino a qui - spiega la professoressa Costi - l’Airc ci ha dato un appoggio incredibile. Basti pensare che il ministero, quando si è fortunati, concede al massimo 100 mila euro per due anni di ricerca. Eravamo partiti anni fa sostenuti dalla Commissione Europea, arrivando senza più fondi nel 2010. Da lì abbiamo proposto il progetto all’Airc, Il finanziamento dell’Airc mantiene in vita il nostro team, formato da 30 persone, alcuni dei quali sono giovani ricercatori reggiani».

    L’Airc, da sempre in prima linea contro la lotta ai tumori, presenterà nei prossimi giorni il suo bilancio sociale 2011. anno in cui ha destinato ben 99,4 milioni di euro alla ricerca, ottenendo risultati concreti per poter giungere a nuove cure contro il cancro. Tra il paniere di progetti finanziati si trova ora quello dell’università di Modena e Reggio, che ha individuato una proteina che ha la capacità di agire con un meccanismo di azione diverso dai farmaci più noti per la cura del tumore all’ovaio. «Ormai stiamo arrivando alla validazione pre clinica, stiamo ottimizzando questo peptide, lo stiamo rendendo più potente e stiamo sviluppando una sostanza detta bio-marcatore che ci segnala quando al cura ha successo - sottolinea Costi - Il nostro finanziamento scade nel 2013. Siamo soddisfatti del percorso fatto ma la penuria di finanziamenti rischia di bloccare definitivamente la ricerca». (e.l.t.)

    27 luglio 2012

    Lascia un commento

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ