Via agli esami di terza tra paura e prudenza

Prima prova scritta a Correggio, Guastalla parte oggi, Luzzara domani A Reggiolo, Rolo e Fabbrico le interrogazioni cominciano domani mattina

    CORREGGIO. Sono 1.326 gli studenti reggiani delle scuole secondarie di primo grado (scuole medie) danneggiate dal terremoto e, tra questi, sono 432 i ragazzi che, tra ieri e oggi, hanno iniziato le prove scritte per ottenere la licenza media.

    Quattro o cinque sono le prove, scelte in base all’istituto, per sapersi muovere tra la lingua italiana, la matematica e la lingua straniera. A questo si aggiunge poi il test Invalsi, una prova di cultura generale, unica a livello nazionale.

    Nelle scuole di Reggiolo, Fabbrico e Rolo, le zone più duramente colpite dal sisma, si è deciso di effettuare soltanto la prova orale (a partire da domani), mentre negli altri comuni reggiani colpiti dal sisma in modo meno violento ieri (a Guastalla si comincerà oggi, a Luzzara domani) sono iniziate le prove scritte, anche se con una serie di precauzioni per garantire la sicurezza, ma anche la tranquillità emotiva dei ragazzi.

    Correggio. Alle scuole medie “Andreoli-Marconi” di via Conte Ippolito, le prove per gli esami di terza media sono iniziati ieri e continueranno, con totale regolarità, fino al 29 giugno. Chiamati sui banchi gli studenti di sei classi che hanno svolto la prova d’italiano al piano terra, ognuno nella propria aula. «Per una questione di tranquillità, più che di problematiche strutturali – precisa Giliana Galloni, dirigente scolastico, che aggiunge – Abbiamo iniziato gli esami con la massima serenità. Tutti gli alunni erano presenti e, per il grande lavoro svolto nella preparazione, dobbiamo ringraziare gli insegnanti e la professoressa Mara Barbieri».

    Sempre al piano terra, ma a partire da questa mattina, si terranno invece le prime prove scritte per altri due istituti correggesi: per le classi del Convitto di via Bernieri e per le due classi dell’istituto privato San Tomaso d’Aquino di via Contarelli.

    Luzzara. Si comincerà domani alle 8 con gli scritti, con circa 80 studenti appartenenti a quattro classi. Il sindaco Andrea Costa, visto il perdurare della situazione di emergenza per le continue scosse sismiche, ha deciso già da qualche settimana la chiusura anticipata dell’anno scolastico per le classi prime e seconde. Gli studenti che dovranno affrontare le prove d'’same saranno sistemati al piano terra della scuola media Enrico Fermi di via De Gasperi. Questo perché in caso di terremoto, l’evacuazione sarà più semplice e rapida.

    Le altre prove d’esame verranno comunicate nei prossimi giorni.

    Intanto, ieri, tra le 17.30 e le 18.30, sono state consegnate ai genitori di tutti gli studenti, dalla prima alla terza, le schede di valutazione.

    Per i ragazzi di terza media, ovviamente, anche l’eventuale ammissione all’esame. Per gli allievi delle scuole primarie di Luzzara e Villarotta, le schede di valutazione verranno consegnate martedì 19 giugno dalle 17 alle 19. Intanto, anche il mondo della scuola si è dimostrato sensibile e solidale nei confronti degli sfollati: le quinte elementari di Luzzara infatti hanno 400 euro a favore dei terremotati. (m.p.-s.p.)

    14 giugno 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ