La denuncia di Vena dopo l’indagine di Federconsumatori

«Quanto è cara l'acqua pubblica a Reggio costa molto di più»

     A Reggio l'acqua costa molto al di sopra della media. A denunciarlo è Donato Vena della Federazione della Sinistra, che dice: «L'ottava indagine nazionale sui servizi e le tariffe idriche, realizzata dal centro ricerche della Federaconsumatori nazionale, pubblicata in questi giorni, fa emergere un speculazione marcata sul costo dell'acqua a Reggio Emilia che la pone tra le provincie più care d'Italia. La ricerca che mette a confronto 72 Provincie e che prende in esame le bollette 2009 per consumi annui pari a 200 metri cubi di acqua, assegna un non invidiato 13esimo posto alla cittá del Tricolore. A Reggio 200 metri cubi di acqua costano 381,12 euro pari a 1,91 euro per metro cubo, contro uno media campione di 72 provincie di 285,37 e 1,43. In regione peggio di noi fa solo Ferrara (euro 387,95 e 1,94) e Ravenna (euro 384,90 e 1,92) entrambe gestite da Hera. Quello che non si capisce è come mai a Parma e Piacenza, gestite da Iren (ex Enìa) come Reggio Emilia, il costo è nettamente inferiore: 1,73 euro per Parma e 1,35 per Piacenza. Anche le nostre neo consociate nella municipalizzata Iren, Genova e Torino, sono meno care di Reggio Emilia, infatti, il costo a metro cubo a Torino è di 1,23 e Genova 1,67. Misteri della fede? No scelte politiche».  «Con la fusione in Iren nel futuro si deve tendere ad unificare i costi del servizio; tradotto, la provincia di Reggio Emilia che è la più cara delle Province gestite da Iren dovrá ridurre i suoi costi e per farlo occorre una volontá politica che al momento non c'è. Non serve dare colpe all'Ato., lì a decidere ci sono i sindaci delle cittá».
    08 ottobre 2010

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ