Menu

In arrivo il metanodotto

In arrivo anche le procedure di indennizzo

 Arriva anche sul terreno della nostra provincia il metanodotto Poggio Renatico-Cremona che Snam Rete Gas andrá a realizzare per una lunghezza complessiva di circa 150 chilometri con un tubo di 1,2 metri di diametro. I terreni agricoli della pianura reggiana che sono coinvolti sono nei comuni di San Martino in Rio, Correggio, Bagnolo in Piano, Cadelbosco di Sopra, Gualtieri, Castelnuovo di Sotto, Poviglio e Brescello dove sono giá visibili i picchetti rossi e blu che delimitano la pista di lavoro e l'area della servitù che i proprietari dei fondi si troveranno a subire. Come noto, alla necessitá di realizzare un'opera di pubblica utilitá deve corrispondere il giusto risarcimento dei danni che i produttori si troveranno a subire in conseguenza dei lavori che potrebbero durare più di un'annata agraria. Snam rete gas in effetti conosce bene i disagi che andrá a provocare con l'occupazione dei suoli e con le enormi movimentazioni di terreno che peraltro avranno esiti economici ben differenti sui terreni a rotazione annuale rispetto a quelli investiti a colture arboree di pregio come vigneti o frutteti. Questi in effetti avranno mancati redditi molto elevati e tempi di ripristino delle condizioni normali sicuramente superiori ai 5 anni.
E' per questo motivo che per la quantificazione degli indennizzi le province a più spiccata vocazione fruttiviticola hanno predisposto in anticipo dettagliati parametri di indennizzo che andranno poi adeguati, caso per caso, alle specifiche realtá che si incontreranno nelle singole realtá. (c.c.)

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Reggio Emilia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro